Auguri pasquali 2024

Carissime e carissimi, farci gli auguri per le festività pasquali non è solo un rito, ma un piccolo esercizio di affidamento al Risorto. A Natale è più facile: una vita che nasce, un bambino, una famiglia, tutti abbiamo dei ricordi, delle nostalgie. A Pasqua le cose sono diverse: qui è la vittoria della vita sulla morte, il grande nemico che inquieta e avvelena le nostre giornate è stato sconfitto. Sembra incredibile, ma è così. Il cuore fa fatica a star dietro alla buona notizia, per questo bisogna allenarsi contro ogni evidenza contraria.

La speranza, la gioia e il coraggio ci vengono da Cristo che muore in croce e risorge e che da duemila anni è contemporaneo alla nostra storia. Entra nelle nostre vite, ci accompagna anche quando non ce ne accorgiamo, è l’amico dei tempi oscuri e il compagno dei giorni sereni.

Il giorno di Pasqua ci invita al cambiamento, ci chiede di diventare donne e uomini nuovi. Rinnovarsi significa avere la volontà di mettersi in gioco in prima persona, di dare un contributo affinché le storture, le diseguaglianze e le ingiustizie piccole e grandi possano essere superate.

Non ci può essere futuro in un mondo in cui prevale l’individualismo. Partiamo da noi, dal nostro piccolo e facciamo cose grandi per tutti. Si può allora avere il coraggio di alzarsi ogni mattina per andare a lavorare, ritenere che il nostro lavoro, per quanto umile e nascosto, sia efficace per rendere migliore la società. Si può sempre ricominciare ad amarci e i fallimenti dell’amore e nell’amore possono diventare i momenti e le opportunità di crescita in un amore sempre più consapevole e più maturo. Si può insegnare, curare, ma anche tenere bene la casa, cantare, dipingere, assaporare la gioia delle vacanze, godere della bellezza delle aurore, dei colori dei tramonti: tutto rientra nella forza immane che Gesù, attraverso la sua risurrezione, ha fatto sfociare nelle nostre esistenze.

Io auguro a noi occhi di Pasqua
capaci di guardare
nella morte fino alla vita,
nella colpa fino al perdono,
nella divisione fino all’unità,
nella piaga fino allo splendore,
nell’uomo fino a Dio,
in Dio fino all’uomo,
nell’io fino al tu.
E insieme a questo, tutta la forza della Pasqua!
(Klaus Hemmerle, vescovo di Aquisgrana 1929-1994)

Un augurio diventa allora l’occasione per rigustare la dolcezza del cuore del Vangelo: è veramente risorto, la morte non fa più paura. La Risurrezione è speranza, è gioia, è coraggio.

A tutti il mio augurio di BUONA PASQUA

Don Michele

fertilità

Serata informativa “Vivere la fertilità” giovedì 11 Aprile 2024

Il Centro per la Famiglia Consultorio Familiare Socio Educativo di Conegliano, organizza una serata informativa sul tema della fertilità aperta a tutti.

Giovedì 11 Aprile 2024 alle ore 20:30

Conosciamo la nostra fertilità, i suoi meccanismi, i suoi segnali?
Quanto è importante conoscere il proprio corpo per vivere in armonia con sé stessi?

L’incontro si rivolge
a voi COPPIE, al vostro desiderio di un figlio… per vivere con naturalezza il momento giusto o attendere il momento migliore per accoglierlo…
a voi DONNE e RAGAZZE che desiderate conoscere cosa accade nel vostro corpo, quali sono i segnali e i meccanismi della fertilità.

Contattateci per informazioni e adesioni.

locandina vivere la fertlità incontro consultorio 11 aprile 2024

 

Dalla parte dei fragili da oltre quarant’anni

Il Centro per la Famiglia di Conegliano da decenni svolge servizio di aiuto alle persone con professionisti di livello che prestano attività di volontariato

Un’equipe preparata, decenni di esperienza e una capacità di entrare in azione immediata in caso di problemi: tutto questo è il Centro per la Famiglia di Conegliano, un’associazione la cui finalità è aiutare le persone in caso necessità, in termini di accoglienza, accompagnamento e professionalità.

Dallo psicologo all’assistente sociale, dal legale al medico e molto altro, il consultorio di via Caronelli offre un servizio a chi è in difficoltà e non ha mezzi per sostenersi. Nel Quindicinale in uscita in questi giorni il servizio dedicato al Centro per la famiglia.